Torna alla home
  » BANDO

Statistiche sito,contatore visite, counter web invisibile


Scrivete i vostri commenti all'indirizzo:
bandokennedy@tiscali.it

Saranno poi pubblicati all'interno del sito.

Il vostro indirizzo mail sarā conservato negli archivi del sito "bandokennedy"
e sarā utilizzato esclusivamente per informarvi sugli aggiornamenti del sito.



I VOSTRI COMMENTI   
nome: Petriccioli     città: Milano     data: 04-04-2006
Sig. Bertini, sono Petriccioli di 75 anni e abito non molto distante dal centro sportivo kennedy, leggendo tutte le carte mi dispiace molto che la vostra proposta non sia risultata la migliore, da quello che ho capito nella proposta vincitrice il bando non c’è nessuna agevolazione per noi anziani, mi domando se l’aggiudicazione non sia stata una mossa politica.

Distinti Saluti

Risposta:
Sig. Petriccioli, le confermo che l’associazione vincitrice il bando non ha messo nessuna struttura gratuita a disposizione delle persone anziane, la nostra offerta prevedeva il gioco delle bocce e una sala carte di circa 50 mq con servizi annessi a disposizione gratuitamente.
Non sono a conoscenza di un’eventuale pressione politica nell’aggiudicazione del bando, e naturalmente spero che non ci sia mai una pressione politica nell’aggiudicazione di un qualsiasi bando pubblico.

Distinti Saluti




nome:Scaffidi     città: Milano     data: 03-05-2006
Sono Massimo Scaffidi e ti esprimo tutta la mia solidarietà (mi permetto di darti del tu perché tuo coetaneo).
Mi che senso eliminare 4 bei campi da tennis in terra battuta per l'hockey a rotelle!?
Viva il tennis.
Massimo Scaffidi.
Risposta:
Ringrazio il Sig. Scaffidi per la solidarietà espressa, nulla di personale per lo sport dell'hockey meritevole di trovare spazi per una più facile espansione.
Purtroppo il Comune non ha tenuto in considerazione la "storia" tennistica del Centro Sportivo Kennedy e di tutti i suoi utenti.

Distinti Saluti
walter bertini


nome:Piffa      città: Milano     data: 06-05-2006

caro Walter,
conosco personalmente il tuo valore e so quanto hai dato al tennis italiano,ti esprimo quindi tutta la mia solidarietà ed amicizia.
Trovo assurdo che una struttura come il Kennedy venga destinata all'hockey a rotelle e non al tennis,sport molto più praticato e ricercato e mi sembra ovvio che qualcosa di sporco sotto sotto c'è stato.
Continuando a domandarmi..."ma chi cavolo pratica l'hockey a rotelle!!!!????"...ti abbraccio e mi rendo per quanto possibile disponibile.
con affetto un vecchio amico
Piffa 

Risposta:

Ciao Piffa,
che piacere leggere le tue parole, dopo tanti anni mi sono tornati in mente i momenti agonistici e di amicizia passati con te e tutti i componenti di quella grande squadra.
Condivido con te che qualcosa di “strano” ci sia stato nell’aggiudicazione del bando, proporre il mio progetto senza vincoli associativi ( struttura aperta a tutti “libera utenza”) pensavo fosse un punto a mio vantaggio, purtroppo non lo è stato.
Sfortunatamente, se le cose non cambieranno, la struttura si trasformerà in un club di soci.
Con amicizia walter bertini.



nome:Massimo     città: Milano     data: 15-05-2006 

Sig. Bertini, mi tolga una curiosità..
cosa intende quando scrive;"La difesa del Comune si è rivelata nella non volontà di intervenire presso le autorità nella valutazione della correttezza della delibera dell'assemblea straordinaria prodotta dalla HC 17 RAMS".
Esiste un sito per pubblicare eventuali lamentele indirizzate agli enti preposti al controllo del Bando pubblico e della gestione del centro sportivo Kennedy?
Cordiali Saluti
Massimo M.  

Risposta:

Sig.Massimo,
per poter partecipare al bando del C.S. kennedy il Comune di Milano indicava che nello statuto ci fosse scritto “conduzione di impianti sportivi”
La nostra associazione sportiva (con più di 12 anni di conduzione di impianti sportivi) nello statuto ha l’articolo che indica la conduzione di impianti sportivi. Solitamente le Associazioni che non anno svolto alcuna gestione di impianti sportivi non riportano la suddetta dicitura, per poter ampliare gli articoli dello statuto (che sono le leggi delle associazioni) deve essere indetta un’Assemblea Straordinaria con la presenza di 50+1 dei soci.
Dai documenti presentati è emersa una discordanza sulla validità dell’assemblea, su questo punto il Comune se lo ritenesse giusto può approfondire l’argomento.
Non conosco nessun sito per pubblicare lettere indirizzate al Comune, sento il mio webmaster se è possibile aprire un link con la possibilità di pubblicare le lettere, rispettando la privacy delle persone.
Walter Bertini



nome:Chiara D.      città: Milano     data: 18-05-2006
Sig. Bertini, preoccupata per il futuro di mia figlia e di tutti gli appassionati di tennis ho inviato una lettera al Comune di Milano dove chiedo le disponibilità per chi non si vuole associare.
Spendere 200 euro + il campo a persona per avere la certezza di giocare mi è sembrato eccessivo.
Se tutte le strutture pubbliche saranno date in gestione senza tutelare economicamente il residente, vuol dire che giocherà solamente il benestante.
Saluti Chiara D.
Risposta:

Sig.ra Chiara D. grazie per la lettera inviateci, purtroppo se le cose non cambieranno le ore (con i prezzi Comunali) per la libera utenza nell’arco della giornata saranno solamente 16 per tutti i campi.
Quando l’Associazione H.C. avrà il socio, la possibilità di trovare il campo in orari accettabili sarà scarsa (per le regole di prenotazione, che facilitano i soci).
La nostra proposta prevedeva con chiarezza le fasce orarie per la libera utenza (con i prezzi Comunali), senza prevedere la categoria dei soci.
Saluti Walter Bertini



nome:Massimo Zagni      città: Milano     data: 02-08-2006

"caro Walter,
conosco personalmente il tuo valore e so quanto hai dato al tennis italiano,ti esprimo quindi tutta la mia solidarietà ed amicizia.Trovo assurdo che una struttura come il Kennedy venga destinata all'hockey a rotelle e non al tennis,sport molto più praticato e ricercato e mi sembra ovvio che qualcosa di sporco sotto sotto c'è stato.
Continuando a domandarmi..."ma chi cavolo pratica l'hockey a rotelle!!!!????"...ti abbraccio e mi rendo per quanto possibile disponibile.
con affetto un vecchio amico"

Sig Piffa non le sembra il caso di portar rispetto per uno sport che lei probabilmente non conosce, non esiste solo il tennis o il calcio ma migliaia di altre realtà, con gente che si da, da fare per avvicinare i ragazzi allo sport, in questo caso si tratta dell'hockey in line cioè praticato si, sulle rotelle ma in linea con regole ben diverse dall'hockey a rotelle tradizionale, ma a prescindere da questo che probabilmente a lei non gliene può fregar di meno, eliminare 2 campi tennis su 8 non mi sembra un gran delitto e diamo la possibilità ad un altro sport di crescere o questo le da fastidio per paura che l'hockey le porti via dei ragazzi o bambini.....si ricordi che l'importante è portar via i ragazzi dalla strada qualunque sport si mettano a praticare, con questo la saluto.
Massimo Zagni (allenatore di hockey in line ed hockey ghiaccio) con tanto agonismo dietro le spalle e 80 allievi e 5 squadre in varie categorie compresa la serie A1, naturalmente quello che scrivo è del tutto personale non parlo a nome della società.............

nome:Piffa     città: Milano     data: 03-08-2006

Gentile allenatore, mi scuso per la frase "...chi cavolo pratica l'hockey a rotelle.."ma rimango della mia idea sopratutto leggendo  quanto fatto dall'associazione per "vincere"il bando e sapendo quanto il M.to Bertini avrebbe fatto e spero farà per tirare i ragazzi fuori dalla strada.
Ci tengo a precisarle che lavorando in un tennis vicino al Kennedy una eventuale apertura del M.to Bertini significherebbe "concorrenza"ed una probabile perdita di ragazzi e che quindi il fastidio a cui lei allude è ben altro,pensavo fosse semplice da capire.
saluti Paolo Piffaretti



nome:Vittorio Mazzetti      città: Milano     data: 31-10-2006 

Buonasera signor Bertini, è da luglio che vedo sul sito la scritta "A breve vi scriverò le decisioni del Comune" ma finora niente. Mi chiedo se il Comune non ha ancora deciso se presentare appello oppure se ormai da parte sua ha deciso di soprassedere. Le sorti del Kennedy mi interessano particolarmente, essendo appassionato di baseball e mi dispiacerebbe vedere il campo sul quale vado da circa 35 anni andare in malora.
Ci tenga aggiornati, la prego.
Cordialità.
Vittorio Mazzetti

Risposta: 
Buongiorno Sig. Vittorio, mi scusi per il ritardo sull'aggiornamento del sito (per problemi di salute personale), le novità ci sono e sono molto importanti, in sintesi le faccio la cronistoria:
1) il Comune e l'HC presentano istanza al Consiglio di Stato di sospensione della Sentenza del TAR Lombardia,  entro i tempi tecnici  (25 settembre)
2) in tempi incredibilmente ristretti ottengono udienza (24 Ottobre)
3) solo il 20 ottobre si riescono ad ottenere tutti i documenti (tattiche degli avvocati)
4) dopo una serrata udienza (non le posso far leggere le memorie difensive del Comune e della HC, da mettersi le mani nei capelli per quello che hanno scritto)
5) il Consiglio di Stato respinge le due istanze
Ora il Comune deve ottemperare alla sentenza del TAR Lombardia e rifare la procedura del bando.
In tempi brevi aggiornerò il sito con il testo del Consiglio di Stato.  
Distinti Saluti  
walter bertini

 
nome:Rita B.      città: Milano     data: 25-01-2007
Egregio sig. Bertini,
sono una mamma di un bimbo che fino allo scorso anno giocava a hockey in line nella hcm 17 rams. Dico fino allo scorso anno perché quest’anno è stato un disastro! Rientrati a settembre pieni di aspettative per il nuovo palazzetto che doveva essere al campo kennedy ci siamo trovati di fronte ad una situazione a dir poco allucinante.
Innanzi tutto il palazzetto non esiste e la pista fatta non era ancora idonea a dicembre. Gli spogliatoi erano a dir poco inagibili!!! Inoltre i malesseri della società si sentivano in ogni richiesta.
Prima delle vacanze di natale i nostri bambini sono tornati ad allenarsi (per due volte) alle tuberose poi un comunicato del presidente ci ha informato che gli allenamenti erano sospesi perché il coach ha dato le dimissioni…si se non fosse per tutto quello che c’è dietro!
Ora mi chiedo ma è mai possibile che il comune di milano non preveda controlli e informazioni sui partecipanti ai bandi?
E come mai non ci sono stati controlli sui lavori che le assicuro non sono mai cominciati (almeno fino a novembre)?
cordiali saluti
Rita
Risposta:
Sig.ra rita,
mi dispiace molto per la situazione di suo figlio, essendo un allenatore le consiglio di far di tutto per far praticare dello sport a suo figlio.
Non so cosa dirle sui controlli del Comune, nell'interesse di tutti forse si dovevano effettuare.
Le posso dire che pendono delle diffide sui lavori che si dovevano effettuare, lo può constatare al seguente indirizzo http://www.comune.milano.it/servizionline/pratiche_edilizie.html
..ricerca..sport..pratiche in corso e tutte le pratiche.. 442/2006 e 1596/2006.
Per tutti gli altri lavori che sono stati effettuati non le posso dire niente, sarà la magistratura a decidere.
Dalle prime sentenze sono emerse delle anomalie, spero nel più breve tempo possibile che tutti i cittadini milanesi possano usufruire di una struttura sportiva ristrutturata e rispettosa delle leggi e normative vigenti.
Cordiali Saluti